La Storia del modellismo statico è raccontata ovviamente dai modelli, dal fascino, dalla colorazione o costruzione particolari, dal gesto tecnico, dall'originalità e da moltissimi altri elementi ed è indubbiamente legata al gusto estetico del momento storico e e dalle caratteristiche sociali e culturali, ma ricordiamoci che dietro ad ogni creazione c'è il modellista, che con il suo ingegno , la sua manualità, la sua caparbietà e la sua sensibilità rende tutto questo possibile.

Così ci siamo inventati di raccontare , senza pretesa alcuna, qualche loro storia, senza giudizio alcuno, lasciando parlare loro, liberi di esprimere il loro pensiero...ma quali modellisti coinvolgere senza far torto a nessuno...praticamente impossibile. Bisogna allora fare una breve riflessione e cioè che negli ultimi vent'anni il giudizio e il gusto estetico sono cambiati moltissimo, per cui un modello bellissimo anni fa oggi potrebbe essere "accettabile", ma allora significava molto e avrà sicuramente influenzato tanti, dalle pagine di una rivista, alle mostre e ai concorsi modellistici o dalle vetrine di qualche negozio o alle fiere espositive. Abbiamo così fatto un percorso a ritroso, rileggendo i primissimi numeri di Aereimodellismo,Tutto modellismo, Storia Modellismo, Model Time e di Steel Art, Mezzi Corazzati, Sky Model, etc,etc, ascoltato i racconti della "vecchia guardia" ancora sulla breccia, per poter scegliere nel modo più corretto, consapevoli di dimenticarne certamente molti. A questo proposito invitiamo tutti a indicarci modellisti che con i loro lavori vi hanno particolarmente colpiti, hanno segnato i vostri esordi e il vostro personale percorso. Quindi i nomi non sempre saranno di quelli più"famosi" e conosciuti, ma anche di quei modellisti meno noti dei quali è il modello che parla per loro, perchè vive di vita propria, indipendente dal creatore.

Abbiamo volutamente escluso i figurinisti e il modellismo navale in legno, non certo per spocchia o tanto meno per disinteresse, ma sappiamo essere realtà a se stanti con i loro valori ,le loro regole  e soprattutto non ci riteniamo all'altezza di poter riassumere in poco spazio la loro lunga storia. Chissà , un domani potremmo affrontare anche questi meravigliosi mondi.

Speriamo che questo viaggio vi sia cosa gradita, il nostro unico scopo è che possa contribuire a creare solidarietà e maggior condivisione in questo nostro meraviglioso hobby, che sembra tramontare mestamente in una deriva senza fine e che sembra non suscitare interesse nelle nuove generazioni. Questo è il compito e la sfida che ci aspettano, ma che crediamo poter essere affrontate con l'esempio, la solidarietà e soprattutto quello che a noi non manca di certo, con la pazienza, che altro non è se non il lungo respiro della passione.

Ogni settimana pubblicheremo l'intervista ai protagonisti di questo viaggio, 10 brevi domande alle quali tutti hanno risposto in maniera entusiasta, a dimostrazione che basta poco, qualche idea e voglia di fare , perchè sotto la cenere la fiamma è sempre viva. Buon modellismo a tutti.

Queste le domande:

  1. I tuoi dati, nome, cognome, etc etc.
  2. Formazione scolastica e professione.
  3. Quando e da dove nasce la tua passione modellistica.
  4. Da dove nasce la decisione di iniziare un lavoro modellistico nuovo.
  5. L’eventuale esperienza del club.
  6. I tuoi primi concorsi, la tua prima medaglia.
  7. Come è cambiato il modellismo negli anni e dove credi possa andare.
  8. Come in Spagna o in Belgio ci sono scuole modellistiche, perché in Italia no?
  9. Un collega/maestro in particolare a cui devi molto.
  10. La domanda che ti piacerebbe ti facessero.