MAURIZIO MAGGI  

 

 

I tuoi dati, nome, cognome, etc etc.

nato a Roma il 18.12.1952

Formazione scolastica e professione.

Maturità scientifica e poi ho lavorato in Banca Commerciale Italiana poi Intesa San Paolo fino al 2008 e ora in pensione.

Quando e da dove nasce la tua passione modellistica.

La passione modellistica ha fatto sempre parte della mia vita. Da ragazzino costruivo di tutto ma è pur vero che in qualsiasi negozio, anche di casalinghi, trovavi dei modelli. Le mie prime navi sono state quelle dell’ Airfix in scala 1/600.

Da dove nasce la decisione di iniziare un lavoro modellistico nuovo.

Un lavoro modellistico nuovo è il puro piacere di creare. Io autocostruisco buona parte dei miei modelli che oggi realizzo in scala 1/350. Per tanti anni ho lavorato con la scala 1/700 ma gli anni passano e occhi e mani non sono più quelli di una volta ! La passione mi portò a creare la Delphis Model e per tanti anni ho creato e lavorato sui master che poi venivano riprodotti in resina e , infine, divenivano una scatola di montaggio. Quante fiere di Novegro con lo stand pieno di navi ! Quello è stato un periodo molto piacevole, vedere i propri sforzi riconosciuti e apprezzati non ha prezzo. E quante amicizie piacevoli.

L’eventuale esperienza del club.

Solo nel 2018 mi sono iscritto ad un club, il Centro Modellistico Midway,ero attirato dalla presenza di tanti ottimi modellisti navali. Non ho una grande esperienza sull’argomento.

I tuoi primi concorsi, la tua prima medaglia.

Sempre nel 2018, iscrizione al club e partecipazione al Campionato Italiano della Navimodel. Portai 4 modelli , per il gusto di partecipare e di conoscere nuove persone. Sono tornato a Roma con tre ori ed un bronzo, in tutta sincerità non mi aspettavo un così bel risultato. Ma per tanti anni non ho mai partecipato a manifestazioni per un semplice motivo : non avevo il tempo ! O facevo i master per la produzione Delphis o mi dedicavo alla mia famiglia. Tempo per fare i modelli non c’era ! Poi interrotta la collaborazione con Delphis ho avuto un breve periodo di rigetto, ma quando la passione cova inevitabilmente riemerge. Ed eccoci qua!

Come è cambiato il modellismo negli anni e dove credi possa andare.

Nel navale , io seguo solo il navale mia grande passione, sono cambiate tante tecniche. La possibilità di stampare in resina, se fatto da un laboratorio specializzato, ha permesso a tante ditte artigianali di proporsi sul mercato e, io spero, di aver fatto felice tanti modellisti che sognavano, come nel mio caso, modelli di navi Italiane che non esistevano. Oggi si lavora con il 3D e si ottiene una qualità spettacolare. Ma non sono ottimista, i giovani non sono interessati, in tanti anni di Novegro solo un ragazzo scoprì i nostri modelli e divenne un appassionato modellista.

Come in Spagna o in Belgio ci sono scuole modellistiche, perché in Italia no?

Potremmo dire: cosa manca in Italia ? Tutto, cultura, pazienza, studio. Il modellismo è anche ricerca, studio dell’argomento. Noi siamo riusciti a devastare tutto.

Un collega/maestro in particolare a cui devi molto.

Sono abbastanza un autodidatta. Quando ho iniziato ad autocostruire non avevo una tecnica precisa, dovevo fare un pezzo e cercavo il modo migliore per farlo. Sono stato spinto e invogliato a creare una piccola ditta per i complimenti ricevuti, successivamente divenuti anche consigli, di un grande maestro : Giancarlo Barbieri , senza dubbio uno tra i cinque più bravi modellisti navali nel campo delle unità moderne. Nel 2018 ho avuto il privilegio di conoscere e di entrare in amicizia con Giuseppe Giraldi . Giuseppe, toscano di Larciano ( vicinissimo a Vinci , sarà l’aria che respirano) a 82 anni fa dei lavori che lasciano senza fiato. E’ un esempio come modellista e, soprattutto, come uomo. I suoi modelli non si possono descrivere facilmente per la loro precisione e bellezza. I suoi suggerimenti, sempre pacati quasi sussurati, sono preziosi. L’uomo è di una umiltà sorprendente, ecco i grandi sono così. Accoglienti, pronti a condividere i loro segreti imparati in tanti anni di pratica. Quindi avere suggerimenti da una persona così è, a dir poco, una cosa fantastica.

La domanda che ti piacerebbe ti facessero.

Perché ti piacciono così tanto le navi Italiane e la storia della marina Italiana ?


 

Scopri alcuni dei miei modelli