…si sa come vanno le cose..si naviga in rete, si sfogliano riviste, si leggono libri e monografie e poi scatta l’idea….e così è stato. Erano anni che la scatola del Churchill VII della Tamiya faceva capolino sui miei scaffali, ma mi mancava la scintilla…ed eccola in rete sul web…l’equipaggio di un Churchill tra le nevi delle Ardenne che tentano alla meglio di mascherare con vecchie lenzuola bianche il proprio mezzo, in mancanza di vernice bianca.

 
 

 

CHURCHILL MK VII

 

 

 

Kit di costruzione

Modello: Churchill MK VII
Data modello: 1996
Azienda: Tamiya 35210
Versione: Battle of The Bulge, December 1944
Scala: 1:35
Accessori: Autocostruiti
Link a Scalemates

Churchill MK VII

Immagine:

 

 

Breve descrizione del modello

La scatola Tamiya è decisamente datata, ma contiene un modello corretto nelle proporzioni e che quindi si presta a modifiche e migliorie.

 

Storia

L'Infantry Tank "Churchill" fu un carro armato per fanteria britannico prodotto durante la seconda guerra mondiale, famoso per la sua spessa corazza, la sua robustezza e la sua facilità di impiego come veicolo duttile e robusto. Deve il suo nome a Winston Churchill, all'epoca anche Ministro della Guerra britannico, che fu uno dei più grandi sostenitori dello sviluppo dei carri armati già dalla prima guerra mondiale.

 

Galleria immagini

  • 33
  • 37
  • 38
  • 39
  • 40
  • 41
  • 42
  • 43
  • 44
  • 45
  • 46
  • 47
  • 48
  • 49
  • 50
  • 51

 

Descrizione delle fasi della costruzione

 

…si sa come vanno le cose..si naviga in rete, si sfogliano  riviste, si leggono libri e monografie e poi scatta l’idea….e così è stato. Erano anni che la scatola del Churchill VII della Tamiya faceva capolino sui miei scaffali, ma mi mancava la scintilla…ed eccola in rete sul web…l’equipaggio di un Churchill tra le nevi delle Ardenne che tentano alla meglio di mascherare con vecchie lenzuola bianche il proprio mezzo, in mancanza di vernice bianca.

 

 

La scatola Tamiya è decisamente datata, ma contiene un modello corretto nelle proporzioni e che quindi si presta a modifiche e migliorie. Avevo deciso di eliminare la copertura dei cingoli nella parte centrale e i parafanghi posteriori e così ho fatto.

 

 

Ricostruito con plasticard e profilati ad L la parte di sostegno dei cingoli e con lamierino i parafanghi superiori. L’eliminazione dei parafanghi posteriori mi ha obbligato a ricostruire le pareti laterali della ruota motrice.

 

 

Testurizzato le pareti della torretta e dello scafo, rifatto i cordoni di saldatura della torretta e utilizzato le fotoincisioni della Voyager PE35171 per quanto riguarda ganci porta attrezzi, porta cingoli di riserva, cerniere portelli, copertura marmitta, lancia fumogeni posteriori. Ricostruita cassa porta attrezzi in torretta, sostituito cannone e mitragliatrici con modelli E.T Model C35-006. Cingoli maglia a maglia della AFV Model.

 

 

 

 

LENZUOLI

A questo punto viene il bello…per un “carroarmataro” il cimentarsi nella costruzione di tutto quello che non gli compete, diventa un problema! Devo affrontare la prova più dura…ricreare i teli della mimetica rabberciati alla meglio dall’equipaggio del Churchill. Stucco Duro Greenstuff, borotalco e mattarello per ridurre la pasta così ottenuta sottile sottile e modellarla sul carro….più facile a dirsi che a farsi, ma si sa , la vince chi la dura e dopo vari tentavi ho cominciato a prenderci la mano e questo è il risultato…

 

 

Colorazione

Il modello, una volta lavato con acqua tiepida e sapone per lavastoviglie, ha ricevuto una mano di primer nero Ammo Mig.

 

 

Poi una modulazione di colore browne/bronze ottenuta con un mix di colori Tamiya.

 

 

A seguire i soliti lavori di invecchiamento e logorio caratteristico dei carri operativi, utilizzando dapprima un lavaggio selettivo con prodotti AK, filtri con colori a smalto della Tamiya, chipping con colori ad olio della Abteilung , graffi ed abrasioni con colori acrilici Vallejo.

 

 

La colorazione dei teli è stata un'altra sfida! Se si tratta di qualche sacco, coperta o zaini caricati a bordo dei mezzi, un modellista “serio” nel suo iter modellistico prima o poi ha ne ha a che fare, ma di fronte a tutta una serie di teli e lenzuoli, per di più bianchi , la cosa si fa decisamente più impegnativa. Accettiamo la sfida e questo è il risultato. Una passata di primer grigio sempre della Mig Ammo e poi con acrilici Vallejo per dare tridimensionalità.

 

 

 Come da foto storica, il carro inglese era in fase di allestimento, per cui i teli appaiono come relativamente puliti, utilizzando colori ad olio per ricreare terra e fango secco.

 

 

NEVE

Ho voluto poi creare un minimo da basetta per contestualizzare meglio il modello, cercando di mantenere l’attenzione sui teli, che meglio dovrebbero caratterizzare tutto il mio lavoro. Ho trovato nei prodotti Krycell quanto di meglio per creare il terreno ghiacciato e i residui di neve sulle superfici orizzontali del carro. Un prodotto estremamente semplice da usare e facile da ripulire e modellare.

 

 

FIGURINI

I figurini di carristi inglesi o del Commonwealth non sono facili da trovare, per cui mi sono armato di tanta pazienza ed ho costruito con fil di ferro e stucco bicomponente il militare che ricopre con strisce di telo bianco la canna del cannone. Teste e mani Hornet .